• PP evolution boost estivo giugno 2024
  •  
 
Economia

La politica al centro dei mercati finanziari

Roberto Gusmerini, Head of Dealing Ebury Italia

Il primo semestre del 2024 si è concluso, ma quali sono stati i principali sviluppi sul mercato dei cambi fino ad oggi? 

L'attenzione si è concentrata principalmente sul rallentamento della tempistica dei tagli dei tassi di interesse nelle principali economie. Ciò è stato particolarmente evidente negli Stati Uniti, dove il dot plot del FOMC di giugno indica un solo taglio dei tassi nel 2024. Il dollaro USA, che ha sovraperformato tutte le valute del G10 quest'anno, è stato quindi favorito. Riteniamo che la Banca d'Inghilterra inizierà ad allentare la politica monetaria in agosto, dopo le elezioni nel paese, mentre la Banca centrale norvegese, quella australiana e quella neozelandese non sembrano intenzionate a ridurre i tassi prima della fine del 2024. Al contrario, la Banca nazionale svizzera e la Riksbank svedese sono state le prime banche centrali del G10 a tagliare i tassi, seguite a giugno dalla BCE e dalla Bank of Canada.

Sul fronte macroeconomico, negli ultimi mesi si è registrato un costante calo dei tassi di inflazione in tutto il mondo, anche se in alcuni casi il processo di disinflazione ha recentemente subito un arresto. Anche la domanda mondiale ha retto bene, con un andamento delle economie largamente superiore alle attese, in particolare in Europa. Ciò può spiegare in parte il rallentamento delle aspettative  di taglio dei tassi nel G10.

A giugno l'attenzione dei mercati si è spostata in gran parte sulla politica. Le elezioni in Messico, Sudafrica e India hanno provocato volatilità sia nei mercati locali che in quelli dei cambi. I risultati delle elezioni parlamentari europee hanno contribuito a una debole performance dell'euro, a causa della convocazione di  elezioni anticipate  in Francia. Il primo turno elettorale è stato ampiamente in linea con i sondaggi: Il Rassemblement National  di Le Pen ha ottenuto il maggior numero di voti, ma sembra destinato a non raggiungere la maggioranza assoluta al secondo turno. 

Quest'anno la sterlina ha sovraperformato rispetto a tutte le altre valute del G10, ad eccezione del dollaro, sostenuta dall'ampia ripresa dell'economia britannica e dalla certezza nel panorama politico, con la vittoria del partito laburista nelle elezioni del 4 luglio che non è mai stata in discussione. . Le tradizionali valute rifugio, lo yen e il franco, hanno registrato le peggiori performance nel G10, a causa della riluttanza della BoJ ad aumentare rapidamente i tassi  e del secondo taglio dei tassi da inizio anno da parte della Banca Nazionale Svizzera.

Le valute dei mercati emergenti hanno registrato una performance eterogenea, anche se tutte le valute da noi prese in considerazione hanno perso terreno rispetto al dollaro nell'ultimo anno. La rupia indiana e il rand sudafricano hanno registrato le performance migliori, mentre quelle dell'America Latina hanno perso terreno, in particolare il real brasiliano, il peso messicano e il peso cileno. 

 

Cosa possiamo aspettarci dai mercati questo mese?

Luglio e agosto sono di solito periodi relativamente tranquilli per i mercati, anche se la volatilità potrebbe aumentare a causa dell'incertezza politica in corso. Le lotte politiche in Francia potrebbero frenare la crescita della moneta comune nel caso in cui un parlamento senza maggioranza dovesse portare a un periodo di trattative per una coalizione. Tuttavia, un'eventuale maggioranza di destra dovrebbe favorire l'euro. Continuiamo inoltre a prevedere un rafforzamento dei dati sull'attività nell'area dell'euro, con la pubblicazione dei dati preliminari sul PIL del secondo trimestre (30/07) che probabilmente mostreranno un altro trimestre di crescita positiva. La BCE, nel frattempo, manterrà i tassi fermi (18/07), ma la Lagarde probabilmente terrà aperte le possibilità di tagliare ancora a settembre. 

La costituzione di una maggioranza laburista nel Regno Unito costituisce un fattore leggermente positivo per la sterlina. Questo era già  completamente scontato dai mercati, anche se potremmo assistere a un nuovo rialzo degli asset britannici nelle prossime settimane se il neo-premier Starmer dovesse aumentare la retorica a favore di un avvicinamento tra Regno Unito e Unione Europea. I dati sull'indice dei prezzi al consumo di giugno (17/07) potrebbero mostrare che l'inflazione britannica si è attestata al di sotto dell'obiettivo del 2% per la prima volta in oltre tre anni. Questo sarà l'ultimo dato sull'inflazione prima della prossima riunione della Banca d'Inghilterra e un eventuale dato debole potrebbe portare ad  un taglio ad agosto. 

Negli Stati Uniti, gli investitori dovrebbero presto rivolgere la loro attenzione alle conseguenze delle elezioni presidenziali di novembre, che finora sono rimaste in secondo piano. La disastrosa performance di Joe Biden nel primo dibattito elettorale di giugno sembra aver spianato la strada a un secondo mandato alla Casa Bianca per Donald Trump, che secondo i bookmaker ha una probabilità del 65% di vittoria. Questo potrebbe presto riflettersi in un rafforzamento del dollaro, qualora i mercati iniziassero a prevedere un maggiore protezionismo sotto la sua amministrazione. A fine mese (31/07) si riunirà anche la Federal Reserve. Prevediamo ancora due tagli dei tassi entro la fine del 2024 e cercheremo di individuare eventuali segnali di una svolta dovish nel messaggio  della Fed durante la riunione di questo mese. 

Per il resto, gli investitori terranno d'occhio gli sviluppi in Giappone e monitoreranno attentamente l'andamento dello yen, che attualmente viaggia vicino ai minimi di quattro decenni rispetto al dollaro. Questo potrebbe innescare un intervento diretto sul mercato dei cambi delle autorità giapponesi questo mese e potrebbe portare a toni più restrittivi  da parte della Banca del Giappone nella riunione di luglio. Riteniamo che la BoJ a luglio alzerà i tassi per la seconda volta da inizio anno, anche se probabilmente dovrebbe essere accompagnata da una serie di commenti hawkish  per innescare qualcosa di più di una modesta ripresa della valuta giapponese.

Ti potrebbero interessare...
10/07/2024
LHH
Sales Manager, Finance Manager e Plant Manager: queste le figure apicali più ricercate in ...
08/07/2024
Redazione
Criptovalute: Mt.Gox, dieci anni dopo il fallimento, comincia a rimborsare i creditori
08/07/2024
Codacons
Saldi estivi, Codacons: "In 10 anni spesa degli italiani crolla per 1 miliardo di euro"
09/07/2024
VISA
Studio Visa: più di 7 PMI su 10 in Italia hanno accettato pagamenti con carta nell’ultimo ...